A te donna

A te donna

Oggi, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne dico…

Non è nel tuo DNA, non è nelle tue radici, non devi ossequiare tua madre, la madre di tua madre, la madre di tua madre di tua madre…non è il tuo destino di donna,non è nelle tue ossa e nella tua carne, non è scritto nell’aria o nelle parole che ti piovono addosso.

e non è amore.

non sei sbagliata perché hai detto quella parola storta o perché la cena non era di suo gradimento.

non sei sbagliata perché ti piacevi con quella gonna che hai tanto desiderato per sentirti femminile.

non sei sbagliata perché non chini la testa, perché vuoi esistere, perché vorresti sorridere e vivere nella luce.

non sei sbagliata perché vuoi essere amata in un modo tenero, senza calci, pugni o minacce verbali, senza ricatti, senza minacce.

esci, scappa, non chiuderti. parla, urla, denuncia, proteggi.

Proteggi il tuo grembo di vita, ricorda che sei donna, che in te può abitare la vita, che sei depositaria della vita.

Ricorda che sei donna, in te abitano le tue antenate, donne come te, che hanno lottato, nel silenzio dei casolari, nelle piazze delle metropoli per diritti uguali, hanno sudato sangue nelle guerre, nelle carestie, accanto ai figli, ai bambini, agli uomini, nelle fabbriche, nelle risaie, nei secoli.

Sai essere donna, amante, madre, compagna.

Non arrenderti.

Non accettare il silenzio, la paura, il potere della forza.

Chiedi aiuto, amati, e se non sei capace di farlo, non importa, chiedi aiuto lo stesso.

dott.ssa Roberta Bailo

Se ti è piaciuto questo articolo contattami cliccando qua

Lascia un commento