Cambiare? Ricominciare? No, grazie

Cambiare? Ricominciare? No, grazie

Non devi cambiare, non devi ricominciare.  Perchè cambiare? Perchè ricominciare?
Suona strano? Sì lo è, rispetto a tutto quello che siamo solite dirci, quando le cose non vanno come vorremmo.

Niente si deve fare.

Le cose accadono comunque. La vita si svolge ugualmente. E noi possiamo starci in mille modi.

Capita che a volte scatti in noi qualcosa di diverso e differente, che può suonare come: non ce la faccio più, così non mi va più bene, non so più che cosa fare, sento che voglio qualcosa di diverso, così non mi sta più bene…

C’è qualcosa che non va, che non gira, ti ritrovi stufa di… solite situazioni che si ripetono, solite delusioni e paure, solite sensazioni che conosci bene, di non andare bene, di voler essere diversa perché così non va, sembra che tutto remi contro, e ti ritrovi con quella antica fatica, con quell’umore cupo, con il peso sulle spalle, con l’ansia nello stomaco, con lo sguardo perso…

E vorresti che finalmente tutto questo ti abbandonasse, per poter finalmente respirare tranquilla, per finalmente sentire e vedere che tutto fila…

Ti chiedi: che cosa c’è di sbagliato in me? Che cosa c’è che non va, che non va bene in me?

E allora ti convinci che devi cambiare. Che devi ricominciare tutto da capo.

Vorresti che si azzerasse tutto e poter diventare un’altra, quella che vedi sempre di non essere, alla quale manca sempre qualcosa.

Ti dici così che se cambiassi tutto andrebbe a posto, se riuscissi di più ad essere come dovresti essere, magari impermeabile al mondo, tutta d’un pezzo, super efficiente, di successo, sicura di te sempre, … se solo fossi capace di ripartire con ancora più energia e sicurezza, se solo diventassi invincibile, se solo fossi capace di essere come dovresti essere…

Incastrate da questo equivoco, ci ostiniamo a lottare contro noi stesse.
Devo cambiare perchè la mia vita così non va, c’è sicuramente qualcosa di sbagliato in me…
Io così come sono non vado bene, lo vedo nella fatica, nei risultati che non ottengo…
Negli errori che faccio sempre, nel ritrovarmi sempre nelle stesse situazioni, nel ritrovarmi spesso triste e sola e persa, nel non saper dove andare…

Di fronte a tutto questo quasi sempre arriviamo a concludere che sia colpa nostra, che qualcosa di noi non vada bene, che dobbiamo appunto cambiare.

E ancora, dobbiamo ricominciare da un’altra parte, a volte azzerando tutto di noi, con un colpo di spugna, perchè nulla di noi va bene.

Così facendo, rimaniamo nella stessa logica che ci fa sentire in questo modo.
Il cambiamento che tanto cerchiamo e il poter ricominciare che così fortemente desideriamo sta da un’altra parte, dove c’è accettazione per chi sei, il valore di chi sei e il fermarsi con amore su di te.
È un cambiare differente, come cambiare il punto di vista dal quale vedi te stessa, per ricominciare includendoti per chi sei, proprio con tutto di te.

Tu non devi cambiare, tu non devi ricominciare.

Ricominciare cambiando passa dal togliere tutto questo.

Passa dal fermarsi a sedere sulla sponda di se stesse e dal permettere che devo dovrei possano scivolare via.

Non devi cambiare. Nulla da cambiare. Nulla da ricominciare.

Almeno nulla da cambiare di ciò che, in questa logica, credi di dover cambiare tu.
La terra è un’altra.

Dove dover essere non esistono. Dove non si tratta di ricominciare da zero, ma si tratta di srotolare un filo di amore in cui tu sei al centro, per come sei e per chi sei.

Ecco che così il ricominciare assume altro spessore e altro gusto.

A partire da te stessa con lo sguardo di chi con amore si guarda e si vede, si prende in mano e per mano e guarda a chi era e a chi è, per scrivere la sua storia verso la sua libertà e la leggerezza.

Lascia un commento