Io sono tramite tra cielo e terra

Io sono tramite tra cielo e terra

Io sono

donna,

selvaggia

e

casa.

Io sono

custode e sacerdotessa.

Io sono

antro del mistero,

forza antica,

possente vento della natura,

ventre di creazione,

cerchio di luce.

Buio e tempesta che attraverso.

Forza atavica,

divina e forte nella fragilità,

tramite tra cielo e terra,

radici che non oscillano

fronde che il vento muta.

Creatrice e custode dei segreti dell’anima,

scendo nelle ombre più nere

risalgo dalle tenebre e spargo scintille di amore.

Io so

le connessioni antiche delle anime della terra,

conosco i dolori dei parti,

conosco il peregrinare dell’animo umano.

Conosco la forza del fuoco della passione.

Che giunge dall’eterno e trasforma

simboli e messaggi.

Trasforma vite e cuori.

Che il mio canto potente giunga a te, al di là del tempo,

che le forze della natura mi sostengano

in questa creazione che è la vita mia, vita nostra.

Chiamo a me le forze della terra, del fuoco, del vento e dell’acqua.

Chiamo a me la forza delle grandi madri,

chiamo a me le donne che hanno solcato i passi,

intessuto storie e canti,

scritto incanti,

preghiere,

nostalgie,

occhi al cielo,

anime alla terra,

radici alla polvere.

E sostenuta dalla forza delle antenate

scrivo anche il mio oggi.

Cammino e ancora cammino.

Sacerdotessa del vivere, del sacro potere del femminile.

Lascio solchi,

creo impronte di me e alleanze.

Io sono donna.

Connessa alla mia  missione

in questo tempo che mi è dato su questa terra.

Profondamente grata.

Pienamente donna,

sacralmente donna.

Selvaggia.

Un abbraccio
Roberta

Lascia un commento