Ricominciare?

Ricominciare?

Ricominciare?

Come hai vissuto l’isolamento di questa quarantena?  Adesso che qualcosa si sta piano piano muovendo, sia che tu lo abbia vissuto come un momento importante per la tua vita, per riscoprire delle tue abilità che erano rimaste sullo sfondo, o per fare pace con te stessa, sia invece tu sia sentita stretta e costretta, lentamente sta arrivando il momento per ricominciare o iniziare qualcosa di totalmente nuovo.

E potresti sentirti spaventata. Sia di perdere questo lungo periodo in cui il tempo si è dilatato e ti ha dato la possibilità di stare di più con te stessa, sia di non sapere come ricominciare. Da dove ripartire? Da dove ti sei lasciata due mesi fa o da adesso?
E chi sei oggi?

E soprattutto credo che ci sia una domanda…

Come poter portare nel mio domani prossimo quella me che ha vissuto tutto questo?

Come non perderlo e trasformarlo? Perchè possa continuare ad essere un’occasione?

In modo che sia un evento rivelatore di me…

So che per molte queste sono domande urgenti e a tratti angoscianti. Alcune forse sono smarrite, altre non vedono l’ora di poter emergere, altre ancora non hanno mai smesso di viversi in pieno.

C’è chi non vorrebbe perdere quello che ha significato per loro la quarantena (occasione unica di viversi fino in fondo), c’è chi ha paura di come poter ricominciare, nel concreto della sua quotidianità.
Anche perché non tutto è passato, ma forse le urgenze messe da parte per un po’ adesso stanno tornando a bussare e vorresti che si trasformassero.

L’incertezza c’è ancora ma è una situazione diversa da prima.

E allora ricominciare o un nuovo inizio?
Spesso si è letto “vogliamo tornare alla normalità” o dall’altra parte “non vogliamo più tornare a quello che c’era…”.
Sicuramente tutto questo è un evento che ha trasformato le nostre vite.
Come pensavamo di voler ricominciare non è lo stesso di come può esserlo pensato, immaginato e costruito oggi.

Come poterti reinventare e rimodellare alla luce di quello che hai vissuto in queste settimane per portarti ad un altro/alto potenziamento?

Ci sono cicli da chiudere, nuove radici da rinforzare, talenti nuovi da manifestare, emozioni da far emergere. Tempi da mantenere. Cose da lasciar andare. Copioni forse da trasformare.
Alcune fasi di passaggio sono le stesse, con qualche differenza.

Tenere conto della complessità della realtà, bisogno di un radicamento più saldo e di tutte quelle energie della creatività, della leggerezza, dell’ironia e della fiducia.
Questi gli ingredienti che intravvedo oggi per un nuovo ricominciare.
Ed è un work in progress.

Un abbraccio
Roberta

Lascia un commento