Siamo prede dei vampiri energetici

Siamo prede dei vampiri energetici

Quali sono i tuoi vampiri che ti rendono stanca oggi?

Non dipende tutto da te.
Le tue energie sono sacre.
Scegli a chi donarle.
Proteggi il tuo giardino

C’è stanchezza nell’aria, la primavera è alle porte e abbiamo vissuto un anno difficile.

Uno sguardo ai cosiddetti vampiri energetici è d’obbligo. Il covid sicuramente lo è stato e lo è ancora, nel momento in cui ci ha catturato pensieri, emozioni e tempo. Preoccupate, stressate, abbiamo dedicato tempo ad informarci, a studiare la situazione, a rimanere aggiornate, a sperare, preoccuparci, partecipare. Una marea di energie che gli abbiamo dedicato.

Non solo a lui, ovviamente e per fortuna.

Ci ritroviamo spesso, stanche e spossate.
E non sappiamo come mai o meglio troviamo ragioni in luoghi dove le ragioni non stanno: nelle nostre colpe e incapacità. Nella fretta, e comunque in nostre mancanze.

Subito siamo pronte, così, a darci colpe e responsabilità.

Ecco, ci risiamo, dovrei fare di più, è colpa mia che non faccio, non sono ancora capace di…, ormai dovrei aver imparato…
Come se tutto dipendesse da noi, come se non fosse mai abbastanza quello che già fai.
Non guardiamo e non ci diamo il permesso di farlo, tutto il resto: la realtà nella quale viviamo e la parte di responsabilità che hanno gli altri.

Come se gli altri, “poverini”, non potessero, non avessero le forze di fare da soli, come se loro fossero i buoni e noi le cattive bambine, che non sanno, non fanno, dovrebbero… e possono sempre.

Non pensiamo, invece, che possono essere gli altri a prosciugare le nostre energie, indipendentemente da noi.
Per di più, non mettiamo in conto che non sono soltanto le persone che possono vampirizzarci, ma anche situazioni e persino pensieri.

Siamo circondate da vampiri. Noi per prime spesso lo siamo, con noi stesse, ogni volta in cui non mettiamo confini sani e scegliamo che ad entrare nel nostro spazio, non solo fisico, ma soprattutto interiore, entri un po’ di tutto. Le emozioni dell’altro, i suoi problemi che ci riversa addosso, i nostri pensieri stressanti, le preoccupazioni, i sogni che non realizziamo.

Il tema dell’energia è strettamente collegato a quello del confine nelle relazioni. Relazioni che instauriamo con noi stesse e con gli altri importanti.

Campanelli d’allarme che ci dicono che siamo prede di un vampiro, sono la stanchezza senza apparente motivo, o la sensazione di inadeguatezza che provi dopo aver visto una certa persona…

Abbiamo da prenderci cura di noi stesse in modo particolare e da guardare dove disperdiamo le nostre energie, da chi ci lasciamo prosciugare, da quali situazioni e persone o persino pensieri.

Vampiro energetico è, in questa visione più ampia, tutto ciò che ci prosciuga le energie: un pensiero, una persona, una situazione, un ricordo, un’esperienza rimasta a metà, un rimpianto…

In più, siamo noi che diamo il permesso che ciò avvenga.
Abbiamo sempre un potere anche in queste situazioni. Un potere che possiamo attivare e padroneggiare.

Che cosa ti stanca e appesantisce?
Che cosa ti porta via le energie…
Come ti puoi ripulire e creare uno scudo protettivo?

Abbiamo da prenderci cura delle nostre energie e da guardare dove le disperdiamo, da chi ci lasciamo prosciugare, da quali situazioni e persone o persino pensieri.

C’è da lasciar andare, fare spazio e soprattutto crederci. In che cosa? Nel tuo diritto a vivere una vita leggera e libera.

Vampiro energetico quando sei attirata da… e non riesci a dire no.

Quando l’impellenza dell’altro ti toglie il fiato e tu accetti di vivere respirando male.

Quando i bisogni dell’altro sono più urgenti dei tuoi.

Quando lo stato dell’animo dell’altro prende il sopravvento.

Quando non riesci a dire di no per paura di essere la donna peggiore dell’universo e non riesci a portare il senso di colpa.

Quando ti senti stanca e non sai perché, non ti basta riposare, non ti basta distrarti.

Sei caduta nella trappola del vampiro. Di chi ti sta chiedendo sbagliato e troppo.

Qual è il tuo vampiro per eccellenza che ti sta spossando?

Una persona?

Una situazione?

Un pensiero?

Senti che non riesci, non ne puoi fare a meno, di pensarci, come un chiodo fisso che si è insinuato…

oppure non riesci proprio con quella persona a poter parlare anche di te, la ascolti e senti che lei ti riversa addosso tutta la sua ansia, la sua preoccupazione, il suo bisogno deborda da tutte le parti… e tu tenti di dire, ma vedi e constati che intanto non serve a molto.

Sai già, ormai, che non cambierà, eppure ti dispiace per lei/lui… per di più ogni volta in cui cerchi di essere empatica e di darle un suggerimento… non va comunque mai bene, non basta. Eppure ti cerca ancora.

Insomma il passo verso la manipolazione ( e tutti gli altri comportamenti) è veramente questione di un attimo. L’invadenza è lì che incombe.

Eppure, ci sono ruoli nei quali ci siamo infilate che sono i perfetti incastri per i vampiri.

Crocerossine, salvatrici, brave bambine, buone amiche, consolatrici perfette, amanti che non chiedono nulla… ogni volta in cui entri in quel mood di accoglienza senza confini.

Anche con i tuoi pensieri puoi fare così. Il meccanismo è sempre lo stesso: lascio entrare in me pensieri nocivi, prepotenti e fagocitanti. Quei pensieri che mi posseggono e dai quali non riesco a liberarmi. Per tenerli in vita investo talmente tante energie che alla fine lui non se ne andrà più e io avrò perso una gran parte della mia vita a pensare quel pensiero, nutrirlo, dargli eccessivo spazio, e alla fine avrà vinto lui…

Certi, c’è da lasciar andare, fare spazio e soprattutto crederci. In che cosa? Nel tuo diritto a vivere una vita leggera e libera.

Le soluzioni tuttavia ci sono e sono molte le strade che puoi praticare per liberarti dai vampiri.

Se quello che ho scritto ti risuona, ti invito al webinar dell’11 marzo alle ore 20.45, su zoom.
Il seminario ha un costo di euro 29.

Clicca sul link per saperne di più e per iscriverti.

webinar Libera dai Vampiri energetici

 

Un grande abbraccio.
Roberta

Lascia un commento