È tempo di resilienza guerriera antica.

È tempo di resilienza guerriera antica.

Poche parole adesso.

Nel vociare continuo, c’è bisogno di silenzio e di misura.
Parole di vita semplici e chiare. Parole di potere che si radicano nell’amore.

Nell’amore vero c’è spazio per gesti autentici di presenza, di radicamento e di solidità.

E so che abitano in te donna selvaggia, donna guerriera. Hanno sguardo possente, vibrano e conoscono.
Sanno resistere alle scosse, sanno.

Perché non sei sola. Anche se conosci la solitudine, anche se conosci il dolore. Anche se il buio lo hai già attraversato tante volte e sei più volte stata avvolta dall’Ombra. Tu sai trovare La Luce.
Ritroverai anche la leggerezza, ne creerai un mantello per quando potrai uscire a vita nuova, sarà il tuo vestito più bello. Potrai danzare la tua danza in punta di piedi.
Ti vedo antica guerriera. Ti vedo donna selvaggia.
Io ti vedo.
Sei radicata nella storia e nel fuoco che vive in te, quel fuoco che parla della tua anima, di donna resiliente e che accoglie la propria fragilità per trasformarla in grande luce.

Dai voce alle tue Parole di presenza, rocce di energia. Ognuna può trovare le sue, quelle buone.

Lascia emergere la tua capacità di Resilienza… di far fronte in maniera positiva agli eventi traumatici, di riorganizzare positivamente la tua vita dinanzi alle difficoltà, di ricostruirti restando sensibile alle opportunità positive che la vita offre, senza alienare la tua identità.

So che sei resiliente guerriera, donna selvaggia.
So che sei stanca, ma adesso è il momento della rinascita, di prenderti in mano e trasportarti verso te stessa e verso il tuo compito. È tempo di alzarti e di fare la tua parte, nel silenzio e della manifestazione della tua luce potente.

Parole di resilienza, gesti di roccia, sentimenti di resistenza, parole di fuoco e di vita.

Non è il momento per cedere adesso.

Fai appello alla tua forza, donna antica. Tu sai che in te abita una grande forza ancestrale, che si allea e unisce alla forza delle donne venute prima di te.

Prendi per mano la bambina spaventata, rassicurala. Portala per mano e proteggila, lei sa che in te può trovare un luogo sicuro. Trai da lei la fiducia e custodiscila con il tuo istinto materno.

Inspira la vita e senti che essa entra in te. Espira la paura.
Inspira amore. Espira rimpianti.
Inspira forza, espira controllo.
Inspira fiducia, espira parole buie.
Inspira bellezza, espira grandezza.

Inspira amore, espira amore.

Perchè tu possa essere vita e non solo viva.

C’è bisogno di tutta la tua forza guerriera, adesso. Di tutta la tua capacità di vedere oltre, di fidarti del tuo intuito, di costruire un presente e un futuro di luce.
Di far sentire la tua forza e la tua energia. Del tuo coraggio.

Inspira ed espira.
Alzati in piedi. Prendi il posto che ti spetta, fai sentire la tua forza e il tuo coraggio. Fai sentire la tua voce, poche autentiche parole di donna selvaggia, di donna guerriera, di donna antica.

Un grande abbraccio
Roberta

 

Lascia un commento