LA LOBA

LA LOBA

 

Da oggi, per le prossime settimane, ogni lunedì vi presenterò un personaggio o una fiaba, wild.

Si inizia con LA LOBA, la donna selvaggia “Alfa”, colei che guida tutte le donne in ricerca, la custode dell’anima selvaggia.
La LOBA è colei che sa, che conosce l’anima femminile nelle sue profondità, colei che sa dove andare cercare quelle parti perdute, nascoste, dimenticate e che sa come ricomporle, rimetterle insieme.

LA LOBA ( la cui figura è originaria del Messico) è una vecchia, che vive in luogo nascosto, pochi l’hanno vista. Spesso pelosa, sempre grassa, fa suoni animaleschi e raccoglie incessante le ossa, soprattutto di lupo. Quando ha finito la raccolta, siede accanto al fuoco e pensa, pensa quale canto cantare. Con il suo canto profondo le ossa iniziano a prendere vita, il lupo prende forma, inizia a correre e nella corsa si trasforma in una donna che ride.
LA LOBA è la nostra incubatrice, è colei che sa e che non dimentica, è custode dentro di noi delle nostra forza indistruttibile. Con il suo canto ciò che deve vivere, vive e ciò che deve morire muore.

“Cantare è usare la voce, significa dire, nel respiro, la verità del proprio potere e del proprio bisogno. E’ cantare l’inno della creazione” (Clarissa Pintola Estes, Donne che corrono coi lupi) .

LA LOBA ci chiede…
Che cosa è accaduto alla voce della tua anima?
Quale voce di te stai lasciando tacere? Quale bisogno profondo non ha ancora avuto parole e voce?
Quali sono le tue verità da cantare per ricomporre le tue ossa?
Qual è il tuo potere che stai nascondendo e che proteggi?
Quale passo ti è possibile oggi per ritrovare le tue ossa perdute?
Che cosa di te puoi oggi lasciar andare e far morire per creare uno spazio nuovo in cui tu possa vivere in autenticità?

Buona settimana
Roberta

Roberta

Lascia un commento