Ti devi amare

Ti devi amare

Benvenute carissime, mi presento, sono Sua Maestà il dovere!

So che mi conosci benissimo, ma oggi voglio uscire allo scoperto, così parliamo un po’.

Sono quello che nasce con la D maiuscola, che ha accompagnato gran parte della mia vita.
Devo devo devo….
Dal devo andare bene a scuola, al devo essere ottima madre, che non sbaglia mai, a perfetta lavoratrice, che deve fare deve deve fare e deve essere… devi essere giusta e al posto giusto, come ti risuona? A me ormai irrita moltissimo, ma so che ci sono ancora brandelli qui e lì, quando meno me lo aspetto…

E tu che rapporto hai con il dovere?

Nasco quando eri piccola, quando mi sono messo davanti a te ogni volta in cui avevi voglie e io ti rimandavo un no bello secco. Ho voglia, desidero… no, no, non puoi, non sta bene, prima devi.

Ebbene sì io vengo sempre prima di.

Prima di te, dei tuoi desideri, dei tuoi bisogni, dei tuoi sogni.

Ho permeato la vita dei tuoi genitori e di generazioni, vuoi proprio che smetta adesso con te? Non ci penso neanche, anzi sappi che più cercherai di liberarti di me, più io diventerò grande e insistente.
Non sono sempre così chiaro nel mio modo di esprimermi, lo so.

Agisco in tanti modi differenti.

Ti metto in testa che forse non fai abbastanza, che potresti fare molto di più, che non va poi così bene come ti stai comportando. E che invece se mi segui alla lettera tutto andrà perfettamente a posto.

Perchè sai, tu devi essere perfetta, devi metterti al secondo posto, devi saper amare come si deve… e so che nessuno ti ha mai detto come sia, ma stai tranquilla non va mai così bene, come ti sforzi.

Per quanto tu ti impegni, ci sarà sempre un dovere che ti sei persa per strada.

Devi essere.

Devi fare.
Ho fratelli ovunque. Il perfezionismo vive con me.

Devi essere carina, a modo, non devi parlare a sproposito, devi sistemare la tua vita, devi tenere conto degli altri, devi essere simpatica e allegra, quando è necessario profonda e leggera al tempo stesso, devi pensare a tutto, ma proprio tutto e non dimenticare proprio nulla. Devi avere la casa a posto, il corpo perfettamente in ordine, vestiti alla moda, sorriso stampato, adeguata alla tua età, essere consapevole di te al punto giusto da permettere agli altri di sentirsi a loro agio con te, ma al tempo stesso con quel pizzico di, qui e lì.

Se poi sei madre, figuriamoci… primo posto i figli, poi dopo aver messo a posto tutti gli altri, puoi concederti qualcosa, sempre che nessuno sia triste o bisognoso.

Devi essere spiritualmente evoluta, sufficientemente colta e ancora una figlia come si deve, che fa sentire bene e si occupa dei suoi familiari, non devi scegliere un lavoro o una strada che loro non approvano, non li devi deludere, non devi essere cattiva figlia, altrimenti sei ingrata!
Devi essere madre impeccabile, sempre pronta, mai stanca, con la risposta giusta e saggia al momento giusto. Devi essere compagna allegra, disponibile, amante e sostegno.

Devi insomma al punto giusto, nel momento giusto, e soprattutto non devi sbagliare mai.

Quanta fatica…
Devi amarti non te lo hanno mai detto, o se lo hanno fatto era storto, pure quello.
Dal dovere non puoi prendere amore e libertà, se non quando

Devi per te… Voglio per me…
Scelgo questo devo perchè appartiene al “dovere” profondo verso me stessa. Alla responsabilità che ho di amarmi, di creare e vivere la MIA vita.
Ecco come il Devo si può trasformare…

Devo per chi?
Devo rispetto a chi?
Devo perchè?

Da maestà esterna, ad appartenenza e scelta profonda interiore alla propria anima.

Un abbraccio
Roberta

Lascia un commento